AIKIDO

L'Aikido è un'arte marziale giapponese il cui fine è quello di neutralizzare uno o più attacchi contemporaneamente, utilizzando la forza stessa dell'aggressore.
In realtà questa disciplina è ben altro che una semplice tecnica di difesa personale; la filosofia dell'Aikido ha radici molto antiche che s'intrecciano con le tradizioni etiche dei popoli dell'estremo oriente, con queste l'Aikido ha in comune i principi fondamentali dell'equilibrio simboleggiati dall'ideogramma DO. Si basa su una pratica concreta e rigorosa che educa all'utilizzo e allo sviluppo dell'energia, KI, attraverso la ripetizione di tecniche codificate dal suo fondatore Morihei Ueshiba. La pratica si svolge nel Dojo (luogo della Via), dove è insegnato il rispetto per l'ambiente e per i propri compagni di allenamento. Le tecniche sono costituite da movimenti armonici e circolari, che mirano all'unione, AI, con l'energia e i ritmi della natura. Nell'Aikido la pura forza fisica può essere vinta semplicemente non opponendosi ma lasciandola passare ed incanalandola attraverso una profonda comprensione delle dinamiche vitali.

Orario LezioniInsegnanti

KINOMICHI

Il Kinomichi, o metodo Noro, è una pratica d'affinamento del corpo e della mente basata essenzialmente sui principi dell'Aikido, da questo si differenzia totalmente per metodo e finalità.La relazione e il contatto con gli altri assumono un aspetto rieducativo del giusto tono muscolare volto ad un miglioramento generale della sensibilità. I movimenti sono suddivisi in due grandi classi simboliche che rispecchiano la tradizione Taoista della percezione della natura: terra e cielo. I due principi opposti del maschile e del femminile che costituiscono l'equilibrio dell'individuo e dell'universo. Il Kinomichi è stato creato dal Maestro Masamichi Noro, a Parigi nel 1979, è il frutto della fusione della tradizione marziale orientale con la sensibilità estetica della ricrca del benessere della cultura occidentale. Ancora quasi totalmente sconosciuto in Italia, fatta eccezione per gli specialisti della sfera motoria, il Kinomichi apre prospettive sorprendenti nel campo della ricerca della consapevolezza corporera e s'inserisce a pieno titolo fra quelle correnti filosofico-umanistiche che mirano ad una ricomposizione della scissione mente-corpo.
Il termine Kinomichi® significa letteralmente: "Via dell'energia Vitale":
KI = energia vitale, NO = di, MICHI = Via
Il Metodo Noro-Kinomichi® è un percorso suddiviso in settori o livelli d'iniziazione, pensato come una ricerca sull'individuo che parte dai pochi elementi di base della prima iniziazione, per svilupparsi in infinite varianti, nelle fasi successive.
Le tecniche che conservano sia la forma sia il rigore della tradizione orientale, aprono lentamente, come fossero chiavi d'accesso, porte inaspettate, sulla sensibilità e sulla capacità di relazione con gli altri. In tal senso il Maestro Noro esorta al superamento della tecnica in se, andando a cercare il significato della sua creazione, ben oltre i limiti della forma. Così facendo pone il Kinomichi® su un gradino diverso da ciò che fin ora le arti marziali hanno saputo esprimere.

Orario LezioniInsegnanti

AIKITAISO

L'Aiki Taiso è una pratica moderna nata all'interno delle arti marziali giaponesi. Il termine AIKI significa "armonia dell'Energia" (AI=armonia; KI=energia) mentre TAISO significa "ginnastica", non intesa come ginnastica del corpo, ma come pratica dell'essere "corpo-spirito". L'Aikitaiso è per lo più una pratica individuale che si basa sulla relazione tra energia interna ed esterna, mettendo in evidenza le interazioni tra il corpo, le emozioni, la psiche. Attraverso particolari tecniche quali posture, camminate, sequenze di movimenti, meditazione, questa pratica propone degli strumenti di osservazione per giungere ad una consapevolezza e coscienza corporea. L'obiettivo tra il corpo e la mente; l'individuo, attraverso una pratica costante, potrà essere in grado di comprendere alcune risposte provenienti dal corpo a fronte di situazioni mentali e relazionali (tensioni, rigidità articolari, apatie, stasi energetiche,...). Fin dall'inizio si fa riferimento al corpo dal punto di vista posturale ed energetico. La nostra postura è il risultato del nostro vissuto e della capacità d'inserimento in modo dinamico e attivo.

InsegnantiOrario Lezioni

AIKIDO BAMBINI

L'Aikido opportunamente adattato ai bambini e agli adolescenti costituisce un eccezionale strumento di formazione; non essendo finalizzato all'agonismo, permette di esprimersi secondo le proprie capacità fisiche e mentali; s'inizia così un percorso di miglioramento che parte da se stessi e non da modelli precostituiti verso i quali tendere.
Ciò non significa che nel gruppo non si crei comunque un sano rapporto competitivo, ma il fatto di non essere condizionati da determinati obiettivi permette ai bambini di escludere un confronto diretto, volto naturalmente alla creazione di leadership.
L'esercizio fisico e mentale contenuto nella pratica favorische una crescita armoniosa sviluppando il carattere e l'attenzione all'ambiente circostante, base della difesa personale. Una delle caratteritiche salienti dell'Aikido praticato dai bambini è lpabitudine alla convivenza e all'accettazione degli altri; il bambino non ottiene risultati apprezzabili se non attraverso un rapporto collaborativo con i compagni, le tecniche sono strutturate sempre in maniera difensiva, ciò permette d'incanalarne l'aggressività, temperandone gli eccessi e le carenze. Si vengono così a creare delle dinamiche di gruppo all'interno delle quali i bambini più esperti aiutano i nuovi arrivati; è il gruppo stesso a sanzionare gli atteggiamenti scorretti.

Orario LezioniInsegnanti

DANZA CONTEMPORANEA

Pratica e poetica del movimentoL'unità psicofisica dell' essere si esprime attraverso un'integrazione e coordinazione tra i concetti astratti e un'armonia tonico/motoria nel confronto continuo tra la realtà esterna e quella interna.
"La consapevolezza nasce dalla coesistenza di due elementi, un'esperienza vissuta nella pratica e una presa di coscienza che permette di coglierne il senso". (J.Dropsj)
La Pratica
Praticare significa risvegliare ed esercitare l'intelligenza corporea ovvero la capacità che l'individuo ha di trasformarsi e accordarsi alle proposte provenienti dall'ambiente esterno, rimanendo in ascolto delle variazioni del proprio essere ed agire: sentire riguarda la percezione di sè nell'ambiente, riscoprire il "sentimento dello spazio" e la percezione del confine.
Pratica significa anche sollecitare il corpo/mente nelle sue molteplici sostanze e rendere più agevole e confortevole il percorso motorio che si sviluppa nella durata di un suo tempo e di un suo ritmo.
La Poetica
Nell'attimo in cui il corpo può sentire la propria energia che scaturisce dall'ascolto della "materia", la mente e il pensiero possono trovare una nuova dimensione dove esprimere la poetica e la magia del nostro vissuto / immaginario.

Orario LezioniInsegnanti

Contatti

Dal lunedÌ al sabato  
13:00 - 21:00

Per maggiori informazioni ed aggiornamenti su corsi, stages e iniziative relative alla nostra attività, ci potete telefonare, venirci a trovare al dojo scriverci alla nostra email  o compilare il seguente modulo:

+39 3479518183 +39 3450052234‬